come si fa ad annegare il proprio figlio?

images

stamane mi sono svegliata così,

dilaniata dalla notizia della genitrice sarda, se così la possiamo chiamare, che è entrata in mare con i suoi bimbi per ucciderli.

Sì per ucciderli, perchè lei si sarebbe potuta ammazzarsi in mille altri modi e sì, salvare loro.

io mi dico, essa e il maggiore, grazie a Dio (che Dio ti protegga, angelo, sempre da ora in poi da questo essere), il più forte si sono salvati

ma la piccola di tre anni? quanto avrà gridato?  quanto avrà urlato mamma no? , mamma aiutami, mamma non lasciarmi morire???

e tu bestia, si sono senza pietà stamane perchè il dolore mi dilania, tu bestia come hai potuto restare insensibile a una

creatura

sì una creatura, perché già non era più tua figlia, mi rifiuto di pensare che la amassi,

restare insensibile e tapparle la bocca, tapparti le orecchie e non

sentire le sue INEVITABILI e DILANIANTI richieste di aiuto,

aiuto di essere tolta dalla manie di quella che invece di darle la vita e proteggerla

l’ha tradita talmente tanto, ha tradito la sua caldida innocenza e totale abbandono nella maniera più sporca e vile possibile?

come potevi ascoltare la sua preghiera, guardare il terrore dei suoi occhi, il suo corpo farsi ghiaccio?

perdonatemi…

non mi venite a parlare di pietà e comprensione, a me no!

25 thoughts on “come si fa ad annegare il proprio figlio?

  1. liberadidire79 scrive:

    Non ci può essere pietà o comprensione.
    No.
    E lei s’ e pure salvata

  2. Ci sono lati così oscuri da non riuscire nemmeno a concepirli… Ma sono parte di alcuni di noi

  3. semprecarla scrive:

    Io non ti parlerò mai di comprensione o pietà, non sgorga per esseri immondi senza anima e coscienza. La vita é sacra ma a taluni individui andrebbe tolta!

  4. Laura scrive:

    Mamma mia,😦 baci cara.

  5. jalesh scrive:

    Non ci sono parole….<3

  6. Do scrive:

    Manifestazione di egoismo.
    Questa sì non le stronzate che di solito si dicono.
    Il pensiero abominevole che senza di te non saprebbero cosa fare.

    Provo disgusto per questa società che ancora accampa concetti sulla proprità dei figli. Questa società che rifiuta l’aborto ma considera accettabile giustificare l’idiozia che un bambino sia destinato allo sfascio senza una famiglia tradizionale.

    • belindaraffaeli scrive:

      la bimba morta evidentemente una famiglia tradizionale non l’aveva eppure è morta lo stesso. Magari ci fosse stato un papà a difenderla sarebbe ancora a correre e sorridere. Non si può generalizzare, io penso solo al terrore di quella bambina uccisa dalla mano di che gli ha dato la vita e di cui più di fidava. Buona giornata.

      • Do scrive:

        Sarebbe morta uguale perché la madre l’avrebbe fatto in assenza del padre, come si può evincere dal modus operandi, dei genitori killer.

        Ma il mio ragionamento non era sulla famiglia quanto sulla cultura, l’omicidio di tuo figlio è giustificato dal pensiero che sia roba tua.

        Arrivare all’omicidio è sintomo di disagio mentale, il concetto latente che i figli siano tua prorietà è pensiero diffuso e accettato, peccato che sia alla base (non unicamente ma cmq alla base) di questi atti.

      • belindaraffaeli scrive:

        più che a pensare che i figli fossero “roba” sua forse quella li, che neanche possiamo chiamare donna, era disperata ma invece di tirarsi su le maniche come facciamo in tante ha preferito farla finita. Ma non la giustifico, in assoluto. Doveva morire lei,

  7. Lia scrive:

    Davvero allucinante !😦

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...