L’ozio rende lente le ore e veloci gli anni.

 

images

 

scritto per il multi blog “lanostracommedia” e copiato qui

 

Ma non era…L’ozio è il padre di tutti i vizi?

 

questo usava dirmi quella santa donna della nonna…la donna più amata al mondo da me e dai miei fratelli

ella soleva passare davanti alla mia porta, d’estate, appena finita la scuola, quando mi vedeva piacevolmente distesa sul letto a leggere ( quindi proprio niente non era) o a vedere la tv…

vedendomi così piacevolmente intrattenuta mi apostrofava in quel modo …

“L’ozio è il padre di tutti i vizi”…e se ne scappava a fare qualche faccenda…

e le mie ore passavano lente nell’attesa del tanto amato ritorno a scuola..

dopo anni, secoli da quei dì, lei non c’è più e io mi ritrovo catapultata

a pensare a lei e alla dolcezza di quell’ozio…al ricordo terapeutico di quel dolce far nulla.

 

 

non esiste il caso nè la coincidenza

lanostracommedia

biglie

credo che ognuno di noi rotoli verso una meta, nulla avviene per caso e come ogni biglia segue il suo tracciato soprattutto se in discesa…in caso di salite ha solo bisogno di una  spintarella e prima o poi arriva alla meta, dove sin dall’inizio era destinata arrivare.

allo stesso modo  tu eri li da sempre, ad attendermi, al traguardo, spiandomi ad ogni curva, incitandomi ad ogni affanno, sussultando per ogni mio possibile ripensamento  e pronto a regalarmi il più dolce dei sorrisi al mio arrivo…

eri li da sempre…li ad aspettarmi da sempre

perché così era scritto.

View original post