carne della mia carne ( se vogliamo chiamarla empatia…)

anima

(è un’emergenza prendetela come tale)

non è solo ciò che da me è uscito o, se questo turbasse le vostre menti, ciò che da me è stato creato, ciò che attraverso di me ha avuto la vita

ma anche

qualsiasi essere umano,

chiunque entri nella mia sfera affettiva

perde la sua carnalità e

diventa la mia.

considerazioni di una speaker errante

wpid-timthumb-1.jpeg

vi dico questa e poi mi vado a vedere il telefilm delle dottoresse, com’ è che si chiama ??? sì vabbè quello…

sapete che quando avete una pagine su facebook potete controllare quanto è piaciuto un post, quanto è stato condiviso, quanto persone lo hanno letto e apprezzato. Bene.
I più apprezzati in un paio di pagine, in cui sto in mezzo, è stato quello della morte di Mango, della morte del fratello di Mango e del malore consequenziale dei restanti fratelli Mango (che detta così fa un po’ impressione lo so’).
E POI CI LAMENTIAMO DI TUTTO IL NOIR CHE IMPERVERSA NELLE NOSTRE TRASMISSIONI RAI E MICA RAI??
ci danno ciò che chiediamo e ci sta bene!
Un sorriso, non smetto mai di amarvi, vi aspetto domani sera e Buonaserata

Empatia…

Empatia

Empatia – immagine presa dal web

Voglio innanzitutto riallacciarmi ad un vecchio post in cui davo per scontato che chi leggeva sapesse il significato di tale termine.

In questo caso Wikipedia ci da una mano:

L’empatia è la capacità di comprendere appieno lo stato d’animo altrui, sia che si tratti di gioia, che di dolore. Empatia significa sentire dentro[1] ed è una capacità che fa parte dell’esperienza umana ed animale. Si tratta di un forte legame interpersonale e di un potente mezzo di cambiamento. Il concetto può prestarsi al facile riduttivismo mettersi nei panni dell’altro, mentre invece significa andare non solo verso l’altro, ma anche portare questi nel proprio mondo. Essa rappresenta, inoltre la capacità di un individuo di comprendere in modo immediato i pensieri e gli stati d’animo di un’altra persona. L’empatia è dunque un processo: essere con l’altro[2].

Quindi non solo entrare in completa armonia con l’altro ma anche la capacità di portare a sè…

portare a sè…

così quando dico che qualcuno si allontana da me prima o poi torna e se non torna me lo rivado a prendere…

è un atteggiamento empatico…a saperlo….

perché poi non lo faccio apposta…viene spontaneo…

Detto questo mi chiedo chi e come si possa essere accorto di questo, ieri trovo linkato il mio blog sul post Strumenti di ispirazione empatica di CivesMundi….

cosa di cui sono molto grata…per avermi letto e ..capita

comunque ringrazio…

mai fatto nulla in vita mia per essere empatica…e come me altri miloni di persone

 

Buona serata

 

ISPIRAZIONE E EMPATIA

ispirazione

 

non è che non abbia di che parlare o che sia arrivata al punto che nulla mi ispiri più..

 

..ma parliamo talmente tutti tanto di tutto che è davvero difficile se non impossibile rendersi originali e dolcemente

fruibili.

sono comunque dell’opinione che di qualsiasi cosa tu scriva e a qualsiasi cosa ti interessi l’importate è farlo con EMPATY

con disciplina e intelletto se si tratta di materie di studio e con allegria e ironia se si tratta di svago..ma credo fermamente che

l’empatia verso tutti e verso te sia condicio sine qua non ognuno di noi debba operare..in qualsiasi campo e in qualsiasi tempo

Buona Empatia a tutti

😉